Piante da Esterno

Tutto quello che c’è da sapere su orto e giardino, cura degli agrumeti e soprattutto degli ulivi.Segui il nostro blog e se hai una domanda inviala dall’apposito form

La Lavanda è un piccolo arbusto sempreverde con rami dritti, portamento cespuglioso.

Le foglie della lavanda, inserite sul fusto senza picciolo, sono opposte, lanceolate-lineari di un colore verde-grigiastro.
I fiori della lavanda sono raccolti in spighe, principalmente all’apice dei fusticini, ma in alcuni casi anche laterali, all’ascella delle fogli

Le gardenie sono arbusti di dimensioni piccole o medie, sempreverdi, che producono grandi fiori bianchi, o crema, intensamente profumati; esistono svariate specie di gardenia, in alcune classificazioni si tratta di decine, in altre si raggiungono le duecentocinquanta specie, diffuse nelle zone umide e miti di Africa, Asia e Oceania allo stato naturale, e in tutto il mondo coltivate come piante ornamentali.

Con il termine Callistemon si indica un genere che conta circa trenta specie di arbusti sempreverdi di media grandezza, originari dell’Australia; ha crescita abbastanza lenta e in genere si mantengono di dimensioni vicine ai 150-200 cm di altezza, esistono anche varietà prostrate, come C. viminalis. I fusti sono eretti, molto ramificati, rigidi, di colore bruno; le piccole foglie sono lanceolate, rigide e cuoiose, di colore verde scuro, in genere le nuove foglie primaverili sono color bronzo o rossastro.

La callicarpa è un bell’arbusto gradevole in ogni periodo dell’anno: impreziosisce il nostro giardino con le sue foglie e i suoi fiori, dalla primavera all’autunno, ma ci riserva una sorpresa regalandoci bellissime bacche viola, simili a caramelline, che persistono per buona parte dell’inverno, visto che non son particolarmente appetite dagli uccelli.

Le Buganvillee sono arbusti rampicanti sarmentosi, con fusti volubili, spesso spinosi, e foglie semi sempreverdi, ovali, di colore verde brillante, chiaro, talvolta cuoriformi; i fiori delle buganvillee sono minuscoli, tubolari, di colore bianco o crema, ma sono sottesi da grandi brattee colorate, tipicamente rosa fucsia, ma esistono numerosissime varietà, con brattee bianche, gialle, rosse, arancioni, lilla.

L’abelia è un genere che comprende 15-20 arbusti sempreverdi, o semi-sempreverdi, originari della Cina, del Giappone e del Messico. La specie generalmente coltivata in giardino è un ibrido di specie originarie della Cina, ovvero Abelia grandiflora. Ha portamento tondeggiante e gli esemplari di alcuni anni raggiungono l’altezza e la larghezza di 100-120 cm; i lunghi fusti, scarsamente ramificati, sono rossastri e tendono ad arcuarsi allungandosi.

Le ortensie sono molto differenti le une dalle altre, sia come portamento sia per le infiorescenze.

Queste non hanno petali, bensì sepali che si sono modificati colorandosi. Quello che noi chiamiamo “fiore” dell’ortensia è in realtà un insieme di fiori minuscoli, reso più evidente dai sepali colorati. Possiamo all’interno dell’infiorescenza distinguere tra fiori sterili e fiori fertili. I primi sono quelli con grandi sepali molto vistosi. Gli altri si notano appena. Alcune volte le infiorescenze contengono solo fiori sterili (nelle macrophylla mophead, grosse infiorescenze tondeggianti) altre volte entrambi ( in quelle con forma lacecap, infiorescenza piatta).

 

La begonia è una pianta perenne bellissima, che regala dei fori variopinti e che può essere coltivata sia in appartamento che sul balcone o in giardino. Il bello di questa pianta è che non richiede particolari attenzioni, quindi anche coloro che non hanno il pollice verde possono coltivarla senza problemi e ottenere delle grandissime soddisfazioni. Si tratta di una bulbacea, proprio come l’orchidea, ma a differenza di questa richiede molte meno accortezze. Questo però non significa che la begonia non abbia bisogno di qualche attenzione per crescere rigogliosa e regalarci abbondanti fioriture: come tutte le piante anche questa deve essere collocata nel posto giusto. \